VALES

logo VALES

Progetto VALeS

Con il progetto VALeS – di durata triennale – si intende definire un modello valutativo che possa fornire indicazioni utili per la definizione del futuro Sistema Nazionale di Valutazione.
Il progetto coinvolge scuole di tutti i gradi nella definizione di un percorso ciclico che lega la valutazione al miglioramento.
Con questa iniziativa le scuole vengono coinvolte in una ricerca partecipata, all’insegna di un’autonomia scolastica responsabile e qualificata.
In tale percorso sono organicamente inserite la valutazione delle scuole e la valutazione del dirigente scolastico, al fine di definire in modo integrato il piano di miglioramento della scuola e gli obiettivi di risultato della dirigenza scolastica.

In allegato è possibile prendere visione delle Logiche generali progetto VALeS

 

Fascicolo scuola in chiaro

Come noto il fascicolo “Scuola in chiaro” è uno strumento di lavoro utile all’autovalutazione delle Istituzioni scolastiche. Il Fascicolo viene inviato alle scuole del progetto Vales e ai dirigenti scolastici di nuova nomina che stanno sviluppando un primo Rapporto di autovalutazione, onde promuovere e favorire momenti di riflessione e analisi ovvero sostenere i processi di autovalutazione già in atto.

Le informazioni interne al fascicolo sono estratte da una pluralità di banche dati non accessibili direttamente ma di particolare interesse; pertanto si è ritenuto utile aggregarle intorno a quattro aree per trasmetterle ad ogni singola istituzione scolastica.

Le aree si riferiscono a:

  • dati identificativi della scuola
  • dati di contesto
  • dati sugli esiti formativi ed educativi
  • dati sulle risorse finanziarie

In allegato è possibile prendere visione del Rapporto scuola in chiaro

 

Questionario scuola

Il Questionario raccoglie informazioni circa le risorse materiali impiegate nelle scuola e indaga sui processi attuati a livello di scuola.
Sono esplorati, inoltre, una molteplicità di aspetti quali la progettazione iniziale, la collaborazione tra insegnanti, le attività di formazione realizzate per gli insegnanti, i progetti attuati e le attività di valutazione interna.
Lo strumento indaga anche alcuni elementi legati al contesto, quali la partecipazione finanziaria dei genitori.
I dati richiesti servono per la costruzione di indicatori che vengono restituiti a ciascuna istituzione scolastica.

Le aree si riferiscono a:

  • Caratteristiche della scuola (Numerosità degli studenti, presenza e utilizzo di spazi e strutture, manutenzione e sicurezza);
  • Offerta formativa e politiche educative (Durata delle lezioni, progettazione iniziale, progetti realizzati);
  • Organizzazione e direzione della scuola (Esperienza, stabilità e tempo dedicato ai diversi compiti da DS, processi decisionali, gestione delle assenze degli studenti e degli episodi problematici, gestione delle assenze degli insegnanti);
  • Valutazione degli studenti e attività di valutazione interna (Valutazione degli studenti, attività di valutazione interna);
  • Sviluppo delle risorse umane (Partecipazione a gruppi di lavoro, formazione e aggiornamento);
  • Coinvolgimento e partecipazione di studenti, famiglie e comunità (Sospensioni degli studenti, partecipazione dei genitori, apertura scuola al territorio, reti, accordi, contributi finanziari dei genitori).

In allegato è possibile prendere visione del rapporto questionario scuola

 

Questionario docenti, alunni, genitori

Nella fase di valutazione interna sono state raccolte le opinioni di genitori, studenti e insegnanti attraverso la compilazione di brevi questionari della durata di 10 minuti.

In particolare il Questionario insegnanti si proponeva di indagare la percezione degli insegnanti sul clima scolastico, l’organizzazione e il funzionamento della scuola, le politiche scolastiche, la progettazione didattica, le attività e le strategie didattiche utilizzate in classe.

Il Questionario studenti voleva rilevare la percezione dello studente sul proprio rapporto con gli insegnanti, i compagni e lo studio e su quali sono le attività svolte in classe.

Il Questionario genitori ha invece l’obiettivo di individuare la percezione dei genitori sull’organizzazione e il funzionamento della scuola, la qualità dell’insegnamento e il benessere del figlio a scuola.

Sono stati invitati a partecipare, per quest’anno scolastico:

  1. tutti gli insegnanti della nostra scuola
  2. gli studenti del secondo anno: la scelta di coinvolgere solo determinate classi della scuola è stata fatta dal gruppo di ricerca del progetto VALES al fine di rendere più agevole il lavoro delle scuole
  3. solo i genitori degli studenti  del secondo anno (scelta fatta dal gruppo di ricerca VALES)

In allegato è possibile prendere visione del Rapporto questionari studenti-insegnanti-genitori

 

 Rapporto di autovalutazione 

L’obiettivo del progetto VALES è quello di sperimentare forme innovative di valutazione interna e esterna della scuola, che serviranno per definire e realizzare piani di miglioramento.

Nella valutazione interna il compito della scuola è quello di avviare un percorso di autovalutazione, tenendo conto dei rapporti precedentemente elencati. Al termine del percorso di valutazione interna la scuola sintetizza quanto emerso in un rapporto di autovalutazione e individua possibili obiettivi di miglioramento per la scuola.

In allegato è possibile prendere visione del Rapporto di Autovalutazione RAV

 

Valutazione esterna 

Nella valutazione esterna un team di esperti, dopo aver preso visione del rapporto di autovalutazione della scuola e degli altri dati ad essa riferiti, visita la scuola con lo scopo di realizzare una valutazione indipendente e di verificare l’adeguatezza degli obiettivi di miglioramento individuati. Tale visita sarà effettuata nei giorni 20 e 21 Gennaio 2014 con le seguenti modalità.

Al termine di questa prima fase, il Team di valutazione esterna ha consegnato alla scuola uno specifico Rapporto di Valutazione, che di seguito è possibile scaricare, sulla base del quale sarà progettato un percorso di miglioramento: Rapporto di valutazione – VALES.

 

Fase di Miglioramento (a.s. 2014/2015)

La seconda fase del progetto VALES prevedeva la progettazione di un Piano di Miglioramento (PdM), sulla base del formato suggerito da Indire, ispirato al modello CAF e la sua realizzazione, nel quale le istituzioni scolastiche coinvolte dovevano indicare, alla luce di quanto emerso nel Rapporto di Valutazione esterna dell’INVALSI, le azioni migliorative che intendono avviare e le modalità di realizzazione degli interventi, nonché gli indicatori per la valutazione periodica delle azioni realizzate.

Per questo processo l’INDIRE ha assegnato alla scuola un Consulente esterno (Tutor): prof.ssa Maria Carolina Campone, che la ha accompagnata in ogni fase del miglioramento:

  • progettazione del PdM;
  • avvio e realizzazione dei progetti;
  • valutazione delle azioni realizzate.

L’accompagnamento al miglioramento alle scuole da parte del consulente prevedeva sei incontri in presenza di tre ore ciascuno, sia il lavoro a distanza tramite piattaforma online.

Nello specifico, il format del Piano si componeva di 4 sezioni principali, all’interno delle quali sono state inserite le seguenti informazioni:

  • Prima Sezione:
    • informazioni ritenute necessarie per la spiegazione delle scelte di miglioramento, con una descrizione dello scenario di riferimento, in ordine a caratteristiche del contesto socioculturale, all’organizzazione scolastica e alla didattica;
    • descrizione dei processi che hanno condotto alla scelta degli obiettivi di miglioramento e della linea strategica del piano;
    • elenco dei progetti che si intendono attuare con l’indicazione, in ordine di priorità, delle aree da migliorare e delle relative azioni di miglioramento.
  • Seconda Sezione: scheda di dettaglio per ogni progetto e relativo crono programma.
  • Terza Sezione: scheda sull’omogeneità delle azioni di valutazione del Piano di Miglioramento con l’individuazione degli obiettivi operativi e degli indicatori di valutazione.
  • Quarta Sezione: budget complessivo che dovrà essere articolato in coerenza con le azioni e gli obiettivi messi a bando dalla presente circolare e indicati nel dettaglio più avanti nella sezione dedicata alla descrizione delle azioni da compiere nella piattaforma dei Fondi Strutturali (GPU).

 

Il PdM così realizzato è stato inviato alla piattaforma Vales a Gennaio 2015 e, contemporaneamente, nel Sistema Informativo di Gestione della Programmazione Unitaria 2007/2013 – GPU – seguendo le modalità previste per i Piani Integrati di Intervento dei PON.

 

In allegato è possibile prendere visione del Piano di Miglioramento.

 

 



Ordinanza Sindacale del Comune di Afragola

Chiusura Scuole
fino a
Venerdì 03 Aprile 2020
previous arrow
next arrow
Slider